Tu sei qui

Regolamento per la sicurezza pubblica riguardanti l’accesso ed la permanenza delle persone all’interno del Parco di Mirabilandia

In attuazione delle misure da adottarsi per disposizione dell’autorità di pubblica sicurezza (Prefettura di Ravenna – Fasc. 2015/9095/ Area 1/O.S.P.), al fine di garantire le condizioni di sicurezza nelle aree destinate all’aggregazione di pubblico, la Direzione del Parco di Mirabilandia – Parco della Standiana s.r.l. ha adottato il seguente Regolamento, al quale il pubblico dei visitatori dovrà attenersi durante l’accesso e la permanenza all’interno del Parco:

  • Le persone e il loro vestiario, le borse, le sacche, gli zaini e ogni altro oggetto, potranno essere sottoposti a controlli ed ispezioni di sicurezza all’ingresso, prima di accedere al Parco, ed all’interno del Parco. Per controllo e ispezione di sicurezza si intende (1) un limitato controllo sulla persona del visitatore, al fine di accertare l’eventuale presenza di oggetti potenzialmente idonei ad offendere o ledere l’altrui incolumità o a danneggiare beni e cose, (2) l’ispezione di borse, zaini, sacche, custodie etc., e degli altri oggetti personali in possesso del visitatore stesso, anche attraverso l’uso di metal detector. Con la richiesta di accesso al Parco e/o con l’acquisto del titolo di ingresso, il visitatore accetta senza riserve che siano eseguiti controlli di sicurezza sulla propria persona, sui suoi abiti, zaini, contenitori, borse o altri oggetti da lui detenuti, nel rispetto delle norme di legge e delle disposizioni del presente Regolamento. La Direzione di Mirabilandia si riserva di vietare l’ingresso alle persone che intendessero impedire i controlli e le ispezioni di cui sopra, con riserva di segnalare i fatti all’Autorità competente.
  • Non è ammesso l’accesso al Parco a persone con oggetti aventi dimensioni voluminose quali, ad esempio, carrelli, borse frigo, valige, trolley, ad esclusione di passeggini, carrozzelle o simili per il trasporto di bambini o di disabili ed ai titolari di biglietto di ingresso emesso da Mirabilandia Vacanze. Ne consegue che il Parco si riserva il diritto di limitare l’accesso a qualsiasi tipologia di borsa, valigia o altro contenitore così come il suo contenuto.
  • Non è permesso lasciare incustodite borse, sacche, zaini e oggetti di alcun tipo, che, nel caso, andranno collocati negli appositi punti di deposito presso le attrazioni o presso il Servizio Clienti. Gli oggetti rinvenuti incustoditi o non sorvegliati dal personale del Parco, saranno controllati e portati presso il Servizio Clienti, presso il quale potranno essere ritirati. In tal caso il legittimo proprietario di tali oggetti non potrà avanzare alcun reclamo o richiesta nei confronti del Parco.

L’ingresso al Parco o la permanenza al suo interno non è consentito ai possessori di armi, coltelli, bastoni o strumenti di offesa, anche solo potenziale, così come ai detentori di bevande alcoliche, droghe e/o sostanze stupefacenti, a persone travisate o con il viso coperto.

Regolamento del Parco di Mirabilandia

Norme generali di comportamento per il Pubblico

1. Il biglietto di ingresso vidimato ai tornelli non è rimborsabile. Il biglietto deve essere conservato durante l’intera permanenza nel Parco e a richiesta esibito al personale del Parco e/o alle Autorità competenti.

2. E’ consentito uscire dal Parco e rientrare nella stessa giornata previa apposizione dell’apposito timbro, da richiedere al personale presso gli ingressi. In mancanza di tale timbro, da esibire unitamente al biglietto di ingresso, il rientro non sarà più consentito.

3. La promozione “il giorno dopo entri gratis” è riservata alle tipologie di titoli di ingresso in cui è espressamente indicata. Le modalità di fruizione sono specificate mediante apposito regolamento, esposto al pubblico, e solo utilizzando il sistema di riconoscimento in essere previa comunque esibizione di regolare biglietto di accesso al Parco.

4. Non è consentito l’ingresso al Parco con biciclette, pattini, skateboard, droni, giocattoli e apparecchi a controllo remoto etc..

5. E’ vietato circolare nel Parco e accedere alle attrazioni, agli spettacoli e ai punti di ristoro a torso nudo, in costume da bagno, a piedi scalzi o con il volto coperto.

6. I bambini devono essere controllati da un adulto durante tutta la permanenza all’interno del Parco e si intendono sottoposti alla sua custodia.

7. L’accesso al Parco agli animali è consentito purché adeguatamente custoditi – ad es. transportini, gabbie e per i cani solo se tenuti al guinzaglio e muniti di museruola. È comunque vietato il loro ingresso nei teatri, sulle attrazioni e nelle aree ristoro.

8. La Clientela deve attenersi ai percorsi pedonali presenti all’interno del Parco. Non è pertanto consentito calpestare le aiuole e/o danneggiare piante e fiori. Il pic-nic è ammesso esclusivamente nelle aree riservate; è vietato sdraiarsi o dormire sulle panchine.

9. È tassativamente proibito l’accesso ad aree e/o settori del Parco interdetti al pubblico e/o riservati esclusivamente al Personale del Parco. Per il recupero di oggetti caduti all’interno di tali zone, rivolgersi al Servizio clienti.

10. È vietata la balneazione in tutti i bacini d’acqua del parco ad esclusione di quelli presenti all’interno dell’area “Mirabilandia Beach”.

11. È vietato fumare nelle aree di accesso/attesa delle attrazioni, sulle attrazioni stesse, nelle aree spettacoli oltre ai luoghi ove è espressamente vietato.

12. Sono vietati i comportamenti non conformi ai regolamenti di pubblica sicurezza quali, per esempio, risse, vandalismo, vilipendio, molestia, assunzione di stupefacenti, ubriachezza, comizi. Al visitatore è vietata qualsiasi attività di vendita e volantinaggio, sia all’interno del Parco sia nell’area dei parcheggi. Allo stesso modo il cliente deve astenersi dal fare affermazioni, pronunciare frasi, usare gesti, scritte o abbigliamenti che possano offendere il decoro e l’onorabilità delle persone e/o la loro fede religiosa e/o la loro origine e nazionalità.

13. Il Cliente, prima di acquistare il biglietto, deve informarsi di eventuali problematiche legate all’afflusso, a condizioni climatiche o a problematiche tecniche che potrebbero limitare il funzionamento di una o più attrazioni e la fruizione generale del Parco e/o dei relativi servizi.

14. L’accesso alle attrazioni potrebbe essere chiuso in anticipo, rispetto all’orario di chiusura del Parco, per consentire la fruizione delle attrazioni entro l’orario previsto di chiusura ai clienti precedentemente in attesa.

15. L’accesso ai teatri ed alle aree spettacolo è consentito sino all’esaurimento delle capienze previste.

16. Per esigenze manutentive, alcune attrazioni potrebbero risultare non utilizzabili, così come in caso di maltempo o di pioggia potrebbero essere fermate per motivi di sicurezza. In entrambi i casi non è previsto il rimborso del biglietto. In caso di emergenza, attenersi scrupolosamente alle istruzioni impartite dal personale addetto alla sicurezza del Parco.

17. L’utilizzo delle attrazioni da parte del pubblico deve avvenire in modo tale da evitare l’esposizione a rischi, e con attenzione e prudenza, onde evitare di creare situazioni di pericolo per sé o per altri.

18. Il Cliente, pertanto, deve rispettare le normali regole di prudenza, e, in particolare, deve:

  • attenersi alle prescrizioni presenti nei cartelli affissi all’ingresso di ciascuna attrazione;
  • seguire scrupolosamente le indicazioni circa l’uso di sistemi di sicurezza presenti sulle singole attrazioni;
  • ascoltare con attenzione le indicazioni ed istruzioni impartite dagli assistenti e dagli addetti all’attrazione;
  • astenersi dall’accedere ad attrazioni, intrattenimenti e giochi che, per le loro caratteristiche, e per i limiti di impiego segnalati all’ingresso di ciascuna attrazione e/o intrattenimento, siano ritenute dal Cliente stesso, non adeguate alle proprie caratteristiche personali.

I Clienti, nel momento in cui accedono alle attrazioni, hanno il dovere di comportarsi in maniera responsabile ed attenta, astenendosi da comportamenti non conformi alle istruzioni e prescrizioni presenti su ciascuna attrazione, e a quelle impartite dal personale addetto, o che siano idonei a pregiudicare la loro sicurezza, la sicurezza degli altri Clienti o delle stesse attrazioni.

20. I passeggeri hanno inoltre il dovere di utilizzare in modo conforme tutte le attrezzature ed i sistemi di sicurezza forniti e presenti nelle attrazioni, segnalando tempestivamente, al personale del Parco, eventuali guasti e/o malfunzionamenti che dovessero eventualmente riscontrare.

21. Il Parco declina ogni responsabilità in caso di furto o smarrimento di oggetti appartenenti ai visitatori. Si consiglia di depositare, borse, caschi, autoradio, telefoni, ecc… presso il deposito situato al Servizio Clienti.

22. Per la sicurezza della Clientela, ogni attrazione è soggetta a prescrizioni di utilizzo in relazione all’età, alla statura, al peso e alle condizioni fisiche o di salute; ciascun Cliente è pertanto invitato ad attenersi scrupolosamente a quanto riportato nelle indicazioni di utilizzo posizionate all’ingresso di ciascuna attrazione. Si ricorda che per alcune attrazioni l’accesso potrebbe essere interdetto a:

  • bambini di età inferiore a 3 anni;
  • donne in stato di gravidanza;
  • portatori di handicap le cui caratteristiche siano tali da non poter garantire la propria o altrui sicurezza e incolumità nella fruizione delle attrazioni.

Si sconsiglia l’uso delle attrazioni a persone anziane, cardiopatici, psicolabili.

Si ricorda che, ad eccezione delle attrazioni per le quali è espressamente escluso l’utilizzo, i bambini e/o ragazzi con disabilità fisiche e/o mentali devono essere accompagnati a bordo dell’attrazione da un genitore o da un accompagnatore adulto.

23.  In caso di incidenti, malori, smarrimenti, etc., rivolgersi al personale del Parco. Si ricorda che all’interno del Parco, durante gli orari di apertura del Parco, è presente una infermeria, con un medico a disposizione per prestare alla clientela una prima assistenza.

24.  L’ingresso all’area tematica “Mirabilandia Beach” è consentito solo con l’acquisto di un biglietto supplementare e specifico.

25.  Il regolamento particolare che disciplina il comportamento del pubblico nell’area denominata “Mirabilandia Beach”, è esposto all’ingresso dell’area: chi vi accede è tenuto ad uniformarsi anche a tale regolamento.

26.  In alcune aree del Parco sono attivi sistemi di video-sorveglianza, al solo fine di garantire la sicurezza e di salvaguardare il patrimonio aziendale. Le immagini sono visionate dagli addetti alla sorveglianza e sono consultabili dal personale incaricato o dalle Autorità di pubblica sicurezza. Inoltre, in alcune attrazioni vengono scattate delle immagini fotografiche allo scopo di porle in vendita come foto ricordo.

27.  Immagini, video e registrazioni sonore effettuate dalla Clientela all’interno del Parco con macchine fotografiche, telefonini, telecamere o apparecchi audio non possono essere utilizzate se non per scopi domestici e privati. Pertanto, la Clientela non può vendere, concedere l'uso, mandare in onda, diffondere pubblicare o comunque sfruttare tale materiale, ad alcun titolo e per alcuna ragione.

28.  Il Parco si riserva la facoltà di effettuare, direttamente o tramite terzi incaricati, fotografie, filmati o altre forme di registrazione delle immagini delle persone all’interno del Parco che potranno essere utilizzate dal Parco o da terzi incaricati dal Parco per la promozione delle iniziative proprie o di enti terzi, per la produzione di materiale informativo, editoriale, pubblicitario e, in generale, per il perseguimento dei propri scopi istituzionali, senza che la persona ripresa abbia diritto ad alcun corrispettivo.

29.  La Direzione si riserva la facoltà di modificare senza preavviso il calendario di apertura, gli orari e le tariffe o il presente Regolamento.

30.  Per qualsiasi necessità o chiarimento, si invita la Clientela a rivolgersi al Servizio Clienti del Parco di Mirabilandia.

In caso di mancato rispetto delle norme del presente regolamento, i trasgressori saranno allontanati dal parco, fermo restando il diritto della Direzione, per i casi più gravi, di segnalare i fatti alla Pubbliche Autorità.

La Direzione